Attualmente, sono circa 50.000 i volumi che costituiscono il fondo librario della biblioteca; tra questi, ben 19 sono incunaboli e cinquecentine, e varie centinaia i volumi rari e di pregio dei secoli XVI e XVII.
Nel corso degli anni, il catalogo della biblioteca si è arricchito anche grazie alle donazioni ricevute da privati cittadini.
Sono inoltre conservati circa 2.000 opuscoli regionali, oltre 2.000 stampe ad incisione (secc. XVII–XVIII–XIX), fotografie e giornali d’epoca, codici e libri manoscritti, carte geografiche antiche, legature medievali, pergamene dei secc. XVI–XVII–XVIII, queste ultime provenienti dall’Archivio Notarile di Isernia.
Nelle accoglienti sale di lettura si possono ammirare dipinti di notevole interesse storico-artistico, quali le due opere del Cinquecento su tavola, raffiguranti San Giovanni Battista e San Gregorio Magno, il dipinto su tela “L’adorazione dei pastori”, della seconda metà del Seicento, e un'altra tela raffigurante “La Maddalena”, della prima metà del Settecento.
Sono esposti anche alcuni reperti archeologici, tra i quali degni di nota sono una testa di fanciullo in marmo d’epoca augustea e una croce viaria bifacciale, in pietra, d’età tardo-medievale.

© 2015 Gabriele Venditti

explicit hoc totum; pro Christo da mihi potum

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now